Ortodonzia

Che cos’è l’ortodonzia

L’ortodonzia racchiude l’insieme delle pratiche odontoiatriche che servono a curare i
problemi di disallineamento dentale. L’obiettivo principale è di garantire una masticazione
corretta e prevenire e curare problematiche insorte in seguito alla malocclusione dentale. Da non sottovalutare ovviamente la possibilità di migliorare l’estetica del proprio sorriso.

ortodonzia Monfalcone

Perché l’ortodonzia è importante

Le persone con i classici “denti storti”, inclinati o sovrapposti hanno la naturale tendenza a masticare nel modo scorretto e il motivo è piuttosto semplice: le superfici dei denti dell’arcata superiore non combaciano con quelle dei denti dell’arcata inferiore come dovrebbero.
E questo può mettere a rischio la salute generale del cavo orale, e non solo. La malocclusione, infatti, può ostacolare una corretta igiene orale, favorendo accumuli di placca in zone difficilmente detergibili causando carie.

Tipologie di apparecchi

Gli strumenti del mestiere dell’ortodonzia?

Gli apparecchi dentali. Ma come funziona?
Prima di tutto, il paziente deve sottoporsi ad una radiografia per permettere al dentista di capire e analizzare nel dettaglio la situazione della dentatura 
Una volta assodata la necessità di intervenire con un apparecchio, il medico dentista procederà con la rilevazione delle impronte dentali del paziente e con la scelta dell’apparecchio dentale migliore per raggiungere lo scopo prefissato.
In particolare, troviamo 3 tipologie di apparecchio:

  • Apparecchio mobile: è realizzato con resina acrilica con dei componenti metallici (ganci e/o ferretti) e, come suggerisce il nome stesso, può essere tranquillamente
    rimosso dal paziente durante i pasti o per l’igiene orale. Viene usato, generalmente, nei pazienti in età infantile per modificare la crescita delle ossa e della struttura mandibolare;
  • Apparecchio fisso: è formato dalle cosiddette brackets, piastrine in ceramica che vengono adagiate sopra i denti e unite attraverso un sottile filo metallico. Solitamente, viene fatto indossare in età adolescenziale/adulta per un minimo di 5 mesi a un massimo di due anni;
  • Elastici inseriti nell’apparecchio: vengono agganciati nella stessa posizione nell’arcata superiore e in quella inferiore al fine di correggere la malocclusione. Inizialmente creano una tensione che, però, svanisce con il passare delle ore e del tempo.

Ci teniamo a precisare che la durata del trattamento ortodontico può variare a seconda delle necessità del paziente e della sua situazione dentale.

Malocclusione dentale: rimedi

Il rimedio alla malocclusione dentale è, in genere, legata all’ortodonzia: si può indossare l’apparecchio a qualsiasi età. Ovvio è che, in giovane o tenera età, la terapia potrebbe avere più successo, dato che le ossa sono ancora in formazione.
Non aspettare ancora: contattaci! Ti aspettiamo in studio.

chiamaci ora